Operazione Ucraina

Stamane, 11 marzo 2022, è partito il camion carico di oltre 2000 chili di cibo e materiale vario per animali, oltre ad attrezzature e vestiti per i profughi Ucraini. La destinazione sarà la cittadina di Chelm in Polonia al confine con Ucraina. Un carico pieno di materiale donato con grande amore e umanità. Grazie di cuore.

Normative Sicurezza per Covid19

In merito alle nuove normative sulla sicurezza per Covid19, elenchiamo di seguito le modalità di accesso e contatti della nostra sede:

1) Le richieste di adozione per gli animali ospiti o stallati presso Enpa Parma (cani, gatti, conigli, criceti, topolini, cavie peruviane ecc) saranno solo ed esclusivamente vagliate e gestite scrivendo alla mail: adozioni@enpaparma.it

Una volta mandata la mail vi manderemo in risposta il questionario pre-affido da compilare e rimandarci al medesimo indirizzo di posta elettronica. 

Se il questionario risulterà idoneo vi saranno proposti orari e giorni al fine di fissare appuntamento per colloquio individuale durante gli orari di apertura al pubblico e visione degli animali da adottare (se sono presso la sede – se sono in stallo si prenderà comunque appuntamento per colloquio e ci si accorderà per visionare gli animali in adozione).

– La compilazione del questionario non è vincolo di adozione. Solo dopo il colloquio e la firma del modulo di adozione (e passaggio di proprietà per i mici e i cani) gli animali saranno considerati adottati.

Siete pregati di aver pazienza se non rispondiamo immediatamente alla mail. Per evitare caos solo una volontaria è preposta a rispondere e visionare la casella postale. Risponderemo a tutti. Gli animali in adozione non finiscono mai, purtroppo, quindi ce ne saranno sempre in abbondanza per tutti.

2) Gli ingressi alla sede continueranno ad essere contingentati a 2 persona alla volta per adozioni e per problematiche complicate per le quali serve parlare con volontari di riferimento. Pertanto, per qualsiasi problema complesso, per il quale serve confrontarsi personalmente con noi, siete pregati di telefonare presso la sede al 0521/1716793 e fissare un appuntamento. Per le adozioni vedasi il punto 1.

3) La visita agli animali ospitati presso la nostra sede in via Buffolara 52 saranno consentite ad 1 persona alla volta, solo previa compilazione del questionario e fissato appuntamento.

4) Al momento non sarà possibile “far visita” agli animali ospitati in sede.

Sappiamo che questo comporterà un notevole disagio a voi e a noi, che le adozioni saranno più difficili. Ma siamo fiduciosi che capirete la necessità di tutelare tutti i nostri meravigliosi volontari (siamo tutti volontari, dalla Presidente all’ultimo volontario arrivato) e di conseguenza a tutelare i nostri animali ospitati, perché se non ci sono i volontari, gli animali non mangiano e non ricevono le terapie necessarie.

Grazie di cuore!

2-3 luglio 2022 – Giornate contro l’abbandono

La nostra sezione aderisce come ogni anno a questa iniziativa. Per le giornate contro l’abbandono ci troverete sotto ai portici di via Mazzini, davanti a OVS, dalle 10 alle 19 (sia sabato che domenica) con un banchetto speciale. Vi aspettiamo!

Risposta del candidato sindaco Dario Costi (Civiltà Parmigiana, Un progetto di comunità con DC Sindaco, Ora con DC Sindaco, Generazione Parma)

Gentili Associazioni, prima di tutto vorrei ringraziare voi, i volontari e le persone che con slancio e generosità si occupano dei tanti animali, purtroppo ancor oggi sono tanti, in difficoltà sul nostro territorio. Parma ha la fortuna di avere la presenza di moltissime associazioni nazionali, internazionali, locali che condividono le problematiche di animali d’affezione, animali selvatici, famiglie in difficoltà, spesso sostituendosi anche alle istituzioni. Per questo ho letto attentamente i contenuti esplicitati nelle richieste rivolte ai candidati Sindaco della nostra città, proprio accoglierli e farli miei all’interno del mio programma che, con rigore, serietà e puntualità vedrà rispettato quanto promesso con una codificazione di tempi e modi che vorrei assolutamente condividere con le stesse associazioni scriventi. In questi giorni che precedono il voto ho affrontato più volte il tema degli animali a Parma, consapevole che l’esito delle urne deciderà anche sulla vita di queste creature: il Comune, infatti, è responsabile in diversi aspetti per la loro tutela e DEVE necessariamente prendere degli impegni che ne garantiscano salute, rispetto e benessere. Così Parma potrà essere una città accogliente e solidale che vedrà il rispetto degli animali e delle loro esigenze, punto centrale proprio perché fulcro di civiltà. Analizzando i singoli punti proposti, mi fa davvero piacere riportare quanto scritto in una delle mie uscite pubbliche, proprio perché la ritengo completamente allineata a quanto da voi indicato, in particolar modo per quanto riguarda l’importanza di un rapporto di condivisione con le associazioni

Il ”mio” Comune si interfaccerà con le associazioni e il volontariato, condividendo progettualità e soprattutto tutto ciò che coinvolge le attività sugli animali, invitando associazioni e volontari in tavoli consultivi in corrispondenza continuativa, a cadenza mensile che permetta a tutti gli attori di contribuire alla crescita culturale e alle azioni in favore degli animali. Parma è una città che ama gli animali e troppe problematiche, penso per esempio alle aree per cani, al gattile, al canile, sono rimaste irrisolte e soprattutto non vi è stata nessuna condivisione con chi – sul campo – ha quadro chiaro situazionale e di possibile risoluzione. La non condivisione con le associazioni ha portato elevatissimi punti di criticità mentre una stretta collaborazione tra Comune e associazioni può portare al reale rispetto per il benessere animale. Un primo progetto: adozioni pensate con un modello di partecipazione attiva sempre insieme alle associazioni, evitando adozioni inconsapevoli provenienti da lunghi viaggi in staffette. In questo quadro si inserisce l’attività dell’Ufficio Benessere Animale, che dovrà essere assolutamente calato nelle realtà associative cittadine, che avrà come figura fulcro, oltre all’Assessore di riferimento, il Garante e il personale tecnico assolutamente preparato ed esperto in materia, attentamente selezionato. L’ufficio fungerà da raccordo anche con i cittadini che possano avere problematiche di vario genere e si occuperà anche di fare rete con comuni della provincia, perché si possano superare criticità di animali in difficoltà su un asse di più ampia collaborazione. Sarà di fondamentale importanza lo sviluppo della progettualità dell’ufficio a favore di fasce deboli o/e per affrontare situazioni di difficoltà con assoluta semplificazione di burocrazia unitamente a celerità di interventi. Verranno organizzate attività per l’aiuto alle persone anziane con animali, la riqualificazione delle aree verdi per cani, il sostegno alle colonie feline, coinvolgimento degli ambulatori veterinari dei liberi professionisti per una task force che supporti persone in difficoltà, e che costituiscano concretamente un pronto soccorso

d’emergenza per cure veterinarie e sterilizzazioni nella forma “una tantum” per le persone in stato permanente di indigenza, che ne hanno accolti nella loro famiglia. In seno all’ufficio prevedo l’attivazione di un numero unico di Pronto Intervento nelle segnalazioni di maltrattamenti degli animali formati da qualificati agenti della Polizia Municipale, Guardie Zoofile, volontari delle associazioni, istruttori cinofili, medici veterinari, assistenti sociali. Per ciò che riguarda l’affidamento del canile/gattile non vedo nessuna preclusione per le associazioni, ma anzi, conosco esempi di buone pratiche nazionali, dove importanti associazioni gestiscono con successo canili comunali assolutamente rinnovati nella qualità della gestione dei servizi e con ruolo fulcro di controllo delle associazioni animaliste. Per ciò che riguarda i circhi sono assolutamente convinto, essendo padre anche io, che sia di grande insegnamento proporre ai nostri figli, un circo senza sfruttamento degli animali, per cui sono favorevole a vietarne l’attendamento. Ultimo e non ultimo il discorso dell’ospitalità di persone in difficoltà senza separazione dai propri animali d’affezione, spesso unica fonte di affetto e dunque di fondamentale importanza. Sarà una delle mie priorità lo studio concreto di un piano di fattibilità è per creare luoghi e condizioni perché queste persone non siano costrette a dormire per strada per non staccarsi dai propri animali. Credo e spero di far cosa gradita, allegando alla presente alcuni spunti che ho voluto porre all’attenzione dei media sul discorso animali a Parma. Resto a disposizione per qualsiasi confronto si rendesse necessario. Cordiali saluti Dario Costi

Risposta del candidato sindaco Luca Galardi (3V – verità libertà)

Innanzitutto mi permetta di confermarle che io sarò, se lo vorranno i cittadini e le cittadine di Parma, il sindaco di tutti, anche dei nostri animali.

Non solo il nostro programma prevede la tutela e il benessere dei nostri animali domestici, ma vogliamo anche porre fini agli esperimenti attualmente in corso nei laboratori della nostra università. Noi vogliamo che la sperimentazione animale venga interrotta per sempre.

Risposta del candidato sindaco Giampaolo Lavagetto (Per Parma 2032 con Lavagetto)

Punti aggiunti dal candidato sindaco Giampaolo Lavagetto

• Verrà costituito in ogni quartiere, all’interno del Parco principale e in prossimità delle aree cani, il punto informativo del benessere animale in cui personale esperto e competente fornirà informazioni e supporto ai cittadini su normative, regolamenti, servizi e quant’altro per una consapevolezza su quello che riguarda il rapporto, la gestione e la cura degli animali di affezione

• Potenziare il nucleo delle guardie zoofile ENPA al fine di contrastare le situazioni di maltrattamento, sfruttamento e abbandono di animali. Inoltre le predette guardie (pubblici ufficiali e agenti di Polizia giudiziaria) potranno operare anche per la tutela degli spazi verdi e delle aree cani non solo a favore del benessere animale, ma anche per il mantenimento del decoro e del verde. A tale nucleo si potrà dare una sede operativa e fornire supporto di mezzi e strumenti necessari a svolgere l’attività di cui sopra. ​

Si lavorerà per far decollare un piano di adozioni a livello locale , “riavvicinando il POLO ai cittadini, riaffermando la sua funzione di servizi che il Comune offre ai suoi cittadini umani e non. Per adempiere ai compiti affidatigli, il canile deve essere attrezzato con box, area di sgambamento , sala operatoria per le sterilizzazioni da effettuarsi a cura dei medici veterinari del canile o dell’AUSL. Per il gattile si garantirà una gestione capace di prendersi cura dell’animale fragile , nel rispetto delle norme vigenti. Poiché per il gatto non esiste l’obbligo di iscrizione all’anagrafe degli animali d’affezione né quello di microchippatura, in collaborazione con gli operatori del settore si attiverà un progetto su base volontaria , raccomandata per i gatti di proprietà, come già sperimentato.

Risposta del candidato sindaco Michele Guerra (PD , Effetto Parma con Pizzarotti, Onda progressista liberale ecologistica referendaria, Michele Guerra Sindaco, Cantiere Riformista, Parma la Sinistra coraggiosa)

Spett.li Associazioni,
innanzitutto voglio ringraziarvi per il programma che ci avete inviato, a testimonianza della grande attenzione e competenza che avete sempre avuto su questi temi che mi stanno particolarmente a cuore.
So bene che, negli anni passati, non tutto è stato all’altezza delle vostre aspettative, ma posso assicurarvi che l’amministrazione che ho in mente, porrà molta attenzione su queste tematiche, non solo perché al Sindaco ed all’Amministrazione spettano compiti ben precisi, ma soprattutto perché vorrei davvero costruire, col vostro prezioso aiuto, una Città amica degli animali ed attenta alla biodiversità urbana.
Per questo, nel condividere e sottoscrivere i punti programmatici che mi avete inviato, mi permetto di aggiungere anche:

  • grande attenzione ai nostri parchi cittadini ed ai giardini. Maggior cura del verde, attraverso personale che sarà dotato di una specifica formazione inerente le necessità di tutela della biodiversità, nel rispetto di tutti gli animali che abitano la città, sia domestici che selvatici. Tutela della fauna che abita il laghetto del Parco Ducale.
  • sul “Polo Animali”, viste le numerose segnalazioni ricevute, porre particolare attenzione alla situazione relativa ai gattili, ricercando, ove possibile, anche nuove soluzioni strutturali e gestionali, di concerto con le Associazioni.
  • rafforzare il ruolo del Garante Benessere Animale, in modo tale che possa essere un punto di riferimento tempestivo ed efficace per gli utenti.
  • garantire alle Associazione ed ai cittadini, un ascolto costante ed attento per affrontare al meglio non solo i problemi comuni, ma anche le nuove emergenze che, parlando di animali in città, certamente si presenteranno.

Vi saluto, ringraziandovi infinitamente per lavoro che quotidianamente svolgete con tanto impegno ed abnegazione.

Michele Guerra

Risposta del candidato sindaco Enrico Ottolini (Europa Verde Ottolini Sindaco)

Oggetto: Europa Verde risponde alla vostra presentazione di un programma di tutela degli animali
“«Saremo la voce di chi non ha voce». Così noi Verdi scrivemmo nel nostro programma, quasi venti anni fa. Quelle parole aprivano un’epoca: quella di un impegno politico sistematico per gli altri animali, teso a dare alle tematiche animaliste più forza e riconoscimento nelle istituzioni e a tradurle in norme di legge. Lo so, guardando indietro, il nostro pronunciamento solenne a rappresentare le altre specie viventi, a riconoscere loro “diritti”, può sembrare assai ambizioso, forse utopico; ma quella breve frase racchiudeva esperienza ed anni di lavoro di tanti, le aspettative, lo slancio verso un futuro diverso.”

  • Onorevole Annamaria Procacci, già Parlamentare dei Verdi, Consigliera Nazionale
    ENPA, dalla Prefazione del Supplemento al n. 21 de “Il sole che ride”, Quindicinale della
    Federazione dei Verdi. 25 novembre 2002
    L’impegno dei Verdi nella difesa degli altri animali viene dal lontano, in tutti i sensi. Proprio in questi mesi anche in Europa siamo impegnati come gruppo dei Verdi Europei (Greens-EFA) nella difesa della biodiversità nell’ambito delle politiche agricole; siamo anche il gruppo più attivo rispetto al non semplice tema del benessere animale nell’industria alimentare. Il nostro programma europeo rifiuta apertamente la crudeltà degli allevamenti di massa e la tortura del trasporto di bestiame a lunga distanza.
    Nella nostra dimensione locale, fin dall’Assemblea Costituente di settembre 2019, abbiamo accolto sensibilità e competenze provenienti dal mondo ecologista e animalista. I nostri vertici locali possono vantare legami di collaborazione e di fiducia con le diverse realtà che si occupano di diritti degli animali: dalla difesa degli animali d’affezione alla liberazione degli animali detti d’allevamento dalle crudeltà sistematiche inflitte dall’uomo.
    Europa Verde Parma riconosce a pieno la competenza e il valore sociale, nonché la qualità
    dell’apporto politico delle organizzazioni animaliste e ambientaliste e delle figure di spicco che operano con pluridecennale esperienza in questo campo sul nostro territorio.
    Per questo motivo concordiamo con la necessità che queste realtà esprimono di partecipare alla Commissione comunale degli animali e al bando per l’affidamento del Polo Animali, tra le altre cose.
    Nell’ambito del contrasto al randagismo felino siamo convinti che il sistema delle colonie feline non sia sostenibile e non possa raggiungere gli standard di efficacia desiderati senza un sostegno concreto, economico come organizzativo, da parte dell’Amministrazione.
    Occorre INCENTIVARE LE ADOZIONI RESPONSABILI anche attraverso lo strumento delle
    convenzioni e di eventi puntuali in raccordo con L’ASL e gli enti preposti, come ad esempio
    l’istituzione di una “Settimana della chippatura felina gratuita”.
    La microchippatura non è obbligatoria per i gatti di proprietà in Emilia-Romagna, Europa Verde ritiene che l’Amministrazione dovrebbe farsi portavoce in tutti gli ambiti decisionali, come la Regione, della necessità di renderla obbligatoria (come per i cani). Una capillare COMUNICAZIONE ed efficaci campagne di informazione e sensibilizzazione su adozione, cura, e contrasto all’abbandono, dovrebbero essere all’ordine del giorno.
  • Europa Verde crede altresì che sia necessaria una riprogettazione e ri-mappatura delle aree cani, con particolare attenzione alla loro distribuzione nei quartieri laddove si evidenziano carenze o sbilanciamenti. Nuove fontanelle, cestini appositi che assicurino igiene, manutenzione delle aree calpestabili, cartellonistica e un’illuminazione adeguata, che possibilmente riduca l’impatto dell’illuminazione artificiale notturna sugli insetti.
  • Consapevoli dei limiti della nostra legislazione nazionale che di fatto non consente dei veri divieti locali rispetto a Spettacoli e Circhi con animali, sosteniamo che i comuni debbano adottare tutte le misure utili al fine di ridurre al minimo la possibilità che queste attività facciano richiesta di attendamento, attraverso regolamenti appositi.
  • Occorre salvaguardare la biodiversità urbana anche attraverso una gestione consapevole e
  • coerente del verde pubblico. Rondini, rondoni e altre specie che nidificano in aree urbane
  • necessitano di una maggiore attenzione che si concretizza, ad esempio, nell’applicazione di nuovi standard per la ristrutturazione degli edifici storici, come il mantenimento delle buche pontaie per la nidificazione delle specie protette, con modalità che impediscano la nidificazione di quelle invasive attraverso metodi architettonici all’avanguardia e non cruenti.
  • Per noi è inaccettabile il rifiuto da parte dell’Amministrazione Pizzarotti di inserire questa proposta, promossa da esperti naturalisti e associazioni locali, nel nuovo regolamento sul benessere animale.
  • Nel programma del nostro candidato Sindaco Enrico Ottolini spicca l’impegno a RIPRISTINARE ed ESTENDERE l’Area di Riequilibrio Ecologico del torrente Parma e a concordare con AIPO un nuovo piano di gestione.
  • Vogliamo impegnare il Comune a VIETARE la concessione di licenze per servizi di trasporto a trazione ippica. Questo divieto, mentre ogni anno nel periodo estivo si susseguono numerosi casi di morti e abbattimenti di cavalli in altre città italiane a causa della pratica estemporanea del trasporto turistico su carrozza, sarebbe un forte segnale di rispetto del valore della vita di questi individui senzienti. L’inserimento di questo punto a regolamento porterebbe Parma ad essere storicamente la seconda città italiana a innovare in questo senso, dopo Verona.
  • La corte di giustizia europea ha confermato il divieto di macellare animali senza stordimento davanti al ricorso di alcuni gruppi religiosi al divieto adottato in Belgio. Se è vero che anche su questo tema oggi in Italia non esiste una “vera” normativa, i comuni possono e devono trovare modalità per impedire atti cruenti verso gli animali su suolo comunale, inclusa la macellazione rituale.
  • Per le finalità dell’articolo 19 del Decreto Legislativo 4 marzo 2014 n. 26, il Comune incoraggi le attività previste dalla normativa di “liberazione e reinserimento degli animali utilizzati o destinati a essere utilizzati nelle procedure di sperimentazione”. Il Comune si faccia promotore di iniziative volte allo sviluppo, alla convalida e alla implementazione dei metodi alternativi alla sperimentazione sugli animali, supportando attività di informazione e formazione delle professionalità del settore.
  • Sono molti altri i divieti che idealmente vorremmo vedere attuati: quello venatorio, quello di cucinare animali vivi, etc. Per noi, l’assenza di una normativa nazionale o regionale non dovrebbe giustificare l’inazione locale su questi temi ma dovrebbe spronare l’Amministrazione ad investire risorse sulla sensibilizzazione dei cittadini e a rivendicare la loro posizione a tutti i livelli decisionali.
  • In fede,
  • Europa Verde Parma per Enrico Ottolini Sindaco
  • Il Candidato Sindaco La Capolista
  • Enrico Ottolini Ximena Malaga Palacio

Risposta del candidato sindaco Priamo Bocchi (Giorgia Meloni per Bocchi sindaco Fratelli d’Italia)

BENESSERE ANIMALE

Per anni abbiamo denunciato lo stato di incuria e di abbandono in cui versavano il canile municipale, per mesi privo anche di un servizio veterinario, e del gattile di Vicofertile. La prossima amministrazione dovrà dimostrare una maggiore sensibilità riguardo al benessere animale, costruire un migliore rapporto con i volontari delle due strutture e progettare servizi e strutture a beneficio dei tanti parmigiani proprietari di cani. Al proposito tante sono le idee presenti nel nostro programma che se eletti ci impegneremo a sviluppare ed attuare. Oltre organizzare al meglio canili e gattili della città e fare convenzioni con veterinari per la cura e le sterilizzazioni, occorre anche un servizio di aiuto per animali selvatici feriti o altro come ripristinare il centro Lipu. Riteniamo fondamentale promuovere, attraverso la collaborazione con scuole, cooperative e associazioni, l’importanza della pet therapy soprattutto per i bambini con difficoltà relazionali, le persone affette da vari tipi di disabilità e per gli anziani.

Ci piacerebbe poi che a Parma nascesse un “Pet village”, magari nella zona dell’ex mercato bestiame: un villaggio permanente dedicato ai cani e ai loro proprietari, all’interno del quale si troveranno aree cani attrezzate, percorsi di agility, postazioni a disposizione di associazioni e volontari, spazi nei quali, nei fine settimana, i canili potranno esporre alcuni animali adottabili, stands a disposizione di associazioni e sponsor per la raccolta di medicinali ed alimenti e per offrire prestazioni veterinarie di base.  

Priamo Bocchi